Società Italiana Midollo Spinale

Carissimi soci, colleghi ed amici,

come Presidente del Congresso e nuovo Presidente SIMS mi preme ringraziare tutti i Soci che hanno partecipato all’evento e che, con il loro impegno di relatori, moderatori ed organizzatori, hanno dato vita ad un incontro interessante, stimolante e vivace, all’altezza delle tradizioni della nostra Società.
Come è noto a tutti, la sanità ed in particolare il nostro settore, sta vivendo un momento difficile.
Una sfortunata congiuntura economica, che si abbatte particolarmente sui settori più fragili e sulle persone più deboli, quali le persone con lesione midollare e le loro famiglie, e la corruzione degli aspetti valoriali della società civile, stanno mortificando l’impegno dei professionisti che lavorano nelle Unità Spinali.
A tratti, tutto ciò, si concretizza in una aggressione, sia mediatica sia legale, al singolo professionista dell’Unità Spinale. Quest’ultimo, da solo, non può farvi fronte. Credo che l’impegno della nostra Società debba anche essere indirizzato, nel futuro, alla ricostruzione, con ogni mezzo, di un sereno ambiente di lavoro. Un segno positivo, in questo senso, mi sembra provenga anche dalla diminuita “litigiosità” tra le Società che si interessano, a vario titolo, della tematica della lesione midollare.
Assieme potremo affrontare problemi vecchi, ma costantemente virulenti, come le fughe dei pazienti all’estero e/o verso centri che millantano capacità terapeutiche e riabilitative e che riescono, da sempre, ad attrarre fondi pubblici giocando sulla ignoranza e sulla disperazione delle persone.
Volendo chiudere con una nota ottimistica, non posso non sottolineare come le nuove tecnologie, in particolare l’ingegneria robotica, abbiano fatto “passi da gigante”, negli ultimi anni, proprio nel nostro ambito (tecnologie assistive e dedicate al movimento). Questo ha portato nuova linfa alla passione che riversiamo quotidianamente nel nostro lavoro. La passione è, forse, la principale molla che motiva ogni giorno il nostro impegno. Se sapremo mantenerla sia nei nostri ambienti di lavoro, sia all’interno della nostra Società, il successo sarà assicurato.
Concludo ringraziando tutti i Soci ed i membri del Direttivo che mi hanno accordato la loro fiducia e permesso di rivestire il prestigioso incarico di Presidente che tanto mi onora.
A tutti noi, l’augurio di una rinnovata energia che permetta alla nostra Società il costante raggiungimento dei traguardi più elevati.

Vi saluto caramente

Antonino Massone

In primo piano


Archivio News

Latest news


Newsletter SIMS - Numero 1

Con questa prima newsletter il Consiglio Direttivo della SIMS vuole promuovere una nuova attività, quella